Stampa

Via Ser Ridolfo, dal 7 gennaio al via il cantiere per l'intervento di riqualificazione

Ultima modifica

Dimensioni testo:

Come cambia la viabilità. Gabbanini: “Lavori necessari per rendere la Città più accogliente”

E’ tutto pronto per l’apertura del cantiere di Via Ser Ridolfo, nel cuore del centro storico di San Miniato, prevista per lunedì 7 gennaio 2019. La riqualificazione prevede la rimozione del manto bitumato e la sua sostituzione con un lastricato in pietra, un materiale più appropriato, con la stessa finitura di quello utilizzato per la riqualificazione di Piazza dei Cavalieri a Pisa. “Questo intervento è inserito all'interno del programma triennale delle opere pubbliche – spiega l'assessore ai lavori pubblici Marzia Fattori – e prevede che le aree interessate dai lavori siano via Conti e Piazza del Popolo”. Il cantiere avrà una durata di novanta giorni, e il costo complessivo dell’opera è di 161mila euro, di cui 125mila coperti dalla Fondazione Cassa di Risparmio di San Miniato (il 77 % del costo complessivo).

Ma vediamo nel dettaglio in che cosa consiste l'intervento. “La fondazione stradale sarà realizzata in pietrame compattato, al di sopra della quale sarà realizzato un massetto in calcestruzzo armato, opportunamente collegato, in modo da non trasferire vibrazioni o carichi dinamici agli edifici che fiancheggiano la strada – spiega ancora l'assessore Fattori -. Al di sopra verrà disposta la pavimentazione stradale in pietra forte con una lavorazione che consentirà una maggiore durata della superficie d’uso delle pietre. Le lastre, di varie dimensioni, saranno disposte in maniera ortogonale rispetto all’asse stradale e le acque piovane saranno convogliate verso le caditoie poste a centro strada. L’area dove saranno convogliate le acque piovane, infatti, sarà costituita da un asse di raccolta realizzato in calcestruzzo architettonico che sottolineerà la scansione delle diverse aree costituenti la pavimentazione – e conclude -. Ciò comporterà la modifica dell’attuale sezione stradale con convogliamento delle acque meteoriche non più ai due lati della carreggiata, com'è attualmente, ma lungo l’asse centrale, favorendo il percorrimento dei margini da parte dei pedoni e una maggiore igiene per gli edifici che vi si affacciano”.

“Durante il corso dei lavori, in particolare nelle operazioni di scavo e di adeguamento dei sottoservizi, per agevolare gli esercizi commerciali e i pedoni, e per non dividere in due il centro storico, sarà predisposta una passerella sul lato opposto al complesso del San Domenico, per consentire il passaggio in sicurezza – spiega il sindaco di San Miniato Vittorio Gabbanini -. Sarà inoltre assicurato l’accesso al loggiato attraverso la rampa esistente, in modo da garantire il collegamento con gli uffici ed i servizi, che continueranno le proprie attività, mentre verrà impedito l’accesso dal fronte stradale attraverso le scale che saranno chiuse dal cantiere”.

Durante i lavori, particolare attenzione verrà posta nella cura dei sottoservizi. “Interverranno i gestori dei servizi alla cittadinanza che, in occasione del cantiere, hanno manifestato la necessità di rinnovare le proprie reti al di sotto del manto stradale – spiega ancora l'assessore Fattori -. In particolare Acque e Toscana Energia interverranno sostituendo tubazioni e allacci, e saranno presenti anche Enel e Telecom che effettueranno le necessarie predisposizioni per lo sviluppo delle più moderne tecnologie, evitando successivi interventi di posa con scavi e ripristini”.

Per tutta la durata del cantiere via Ser Ridolfo sarà chiusa al traffico dei veicoli e di conseguenza la viabilità nella Città dovrà subire alcune modifiche: Via IV Novembre sarà resa a senso unico con direzione centro-periferia, via Carducci rimarrà a doppio senso di circolazione, ma sarà introdotta la prescrizione di direzione obbligatoria a sinistra in Piazza Grifoni, all’intersezione con Via IV Novembre, per i veicoli che provengono con direzione periferia-centro, mentre sarà in vigore il divieto di transito ai veicoli con portata massima a pieno carico superiore a 2,5 tonnellate e lunghezza superiore a metri 5,00. Le percorrenza delle altre strade non sarà modificata.

“Stiamo per aprire un cantiere che, insieme agli altri previsti nel piano delle opere pubbliche, cambierà profondamente il centro storico di San Miniato elevandone la qualità urbana e il decoro – dichiarano il sindaco Gabbanini e l'assessore alle attività produttive Giacomo Gozzini -. Siamo arrivati a progettare tutto questo con un percorso partecipato che ha coinvolto esercenti, associazioni e cittadini; abbiamo ascoltato le loro istanze e le abbiamo tradotte in fatti. L’intervento sarà sicuramente impattante sulla quotidianità di ciascuno perché via Ser Ridolfo è una strada di collegamento di tutto il centro, ma fare questi lavori è necessario per dare a San Miniato un volto migliore e rendere la nostra Città ancora più accogliente. Chiedo pertanto a tutti i cittadini e agli operatori economici di essere collaborativi in questi novanta giorni di intervento, dandoci una mano per il bene di San Miniato”.

Area riservata

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e personalizzare i contenuti. Per avere maggiori informazioni sui cookie utilizzati leggi la nostra INFORMATIVA COOKIE.

Clicca su "Accetto" per accettare e proseguire

Modulo cookie by Web Prato