Stampa

Assegno di maternita' erogato tramite il Comune

Ultima modifica

Dimensioni testo:

 

Cos'è l'assegno di maternità di base

L'assegno di maternità di base, anche detto "assegno di maternità dei Comuni", è una prestazione assistenziale concessa dai Comuni e pagata dall'INPS (art. 74 del decreto legislativo 26 marzo 2001, n. 51).

Chi ne ha diritto

Il diritto all'assegno, nei casi di parto, adozione o affidamento preadottivo, spetta a cittadini residenti italiani, comunitari o stranieri in possesso di carta di soggiorno di lungo periodo (CE).  L'assegno spetta solo entro determinati limiti di reddito, fissati annualmente.

I richiedenti non devono avere alcuna copertura previdenziale oppure devono averla entro un determinato importo fissato annualmente.
Inoltre non devono essere già beneficiari di altro assegno di maternità INPS ai sensi della legge 23 dicembre 1999, n. 488.

A chi presentare domanda

I residenti nel Comune di San Miniato devono presentare la domanda ad uno sportello della Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa, al quale compete la verifica della sussistenza dei requisiti di legge per la concessione delle prestazione, entro sei mesi dalla nascita del bambino o dall'effettivo ingresso in famiglia del minore adottato o in affido preadottivo.

L'assegno non è cumulabile con altri trattamenti previdenziali, tranne se si ha diritto a percepire dal comune la quota differenziale.

Modulistica

La domanda di assegno di maternità va presentata su apposito modulo da scaricare dal sito della SdS  (scarica modulo)

 

 


Per ulteriori informazioni:

Società della Salute Empolese Valdarno Valdelsa - Punto Informativo del Comune di San Miniato

 

Area riservata

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e personalizzare i contenuti. Per avere maggiori informazioni sui cookie utilizzati leggi la nostra INFORMATIVA COOKIE.

Clicca su "Accetto" per accettare e proseguire

Modulo cookie by Web Prato