Stampa

Tributo servizi indivisibili (TASI)

Ultima modifica

Dimensioni testo:

 

La TASI (tributo sui servizi indivisibili) è il tributo componente dell’Imposta Unica Comunale riferita al finanziamento dei costi per i servizi indivisibili (manutenzione del verde, illuminazione pubblica, etc.) dovuto dal proprietario (o titolare di diritti reali) e dal detentore di fabbricati ed aree edificabili.

Presupposto impositivo della TASI, a norma dell’art. 1, comma 669, della Legge n. 147/2013 e s.m.i., è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati, ivi compresa l'abitazione principale, e di aree edificabili, come definiti ai sensi dell'Imposta municipale propria, ad eccezione, in ogni caso, dei terreni agricoli.

Con la Legge di Stabilità 2016 (Legge 28 dicembre 2015, n. 208) sono state apportate importanti variazioni alla IUC in particolare per TASI su abitazione principale:

TASI Abitazione principale: viene eliminata la TASI sull'abitazione principale per i proprietari. Rimane invece in vigore la TASI per le abitazioni principali di lusso (Cat, A1, A8 e A9).

Sono assimilate ad abitazione principale le unità immobiliari possedute a titolo di proprietà o di usufrutto da:
-     anziani o disabili, che spostano la residenza in istituti di ricovero o sanitari a seguito di ricovero permanente, a condizione che l'abitazione  non risulti locata
-     cittadini italiani non residenti nel territorio dello Stato iscritti AIRE, già pensionati nei rispettivi Paesi di residenza, a condizione che l'abitazione  non risulti locata o data in comodato d'uso.
Allo stesso regime dell'abitazione sono soggette le eventuali pertinenze.

LA BASE IMPONIBILE è la stessa prevista per l’applicazione dell’IMU, di cui all’art.13 del D.L. n.201 del 2011 convertito con modificazioni in L. n. 214/2011.


Se si desidera calcolare il presunto ammontare della TASI da versare è possibile utilizzare un apposito form online che permette di effettuare il calcolo.


Per accedere al form cliccare sul banner riportato qui a fianco:
      calcolo imu tasi 2014

 


 

Aliquote

Sono stabilite le seguenti aliquote:

 

Abitazioni principali e relative pertinenze di categoria catastale A1, A8 e A9

2,0 per mille

 

Aree edificabili

1,0 per mille

 

Altri immobili

1,0 per mille

 

Non si applica la TASI su:

  • Immobili di tipologia da A1 ad A9 diversi da abitazione principale (così come definita per l’IMU);
  • Immobili rurali strumentali;
  • TERRENI AGRICOLI;
  • Immobili posseduti o detenuti da contribuenti-imprese che interrompono il ciclo produttivo nel corso del 2016 a seguito di difficoltà economiche, con ripresa dell’attività nel corso dello stesso anno 2016, limitatamente al periodo di interruzione dell’attività.

 

Detrazioni

Sono stabilite le seguenti detrazioni per le abitazioni principali in relazione alla rendita catastale dell’abitazione stessa e relative pertinenze:

 

rendita

detrazione

 

fino a € 300,00

€ 130,00

 

da € 300,01 a € 350,00

€ 110,00

 

da € 350,01 a € 400,00

€ 100,00

 

da € 400,01 a € 450,00

€ 90,00

 

da € 450,01 a € 500,00

€ 80,00

 

da € 500,01 a € 550,00

€ 75,00

 

da € 550,01a € 560,00

€ 60,00

 

da € 560,01 a € 600,00

€ 50,00

 

da € 600,01 a € 650,00

€ 40,00

 

da € 650,01 a € 700,00

€ 30,00

 

 


Per ulteriori informazioni: 

Comune di San Miniato - Servizio Tributi
tel. 0571.406480/481/482/484 – Fax 0571.406483 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e personalizzare i contenuti. Per avere maggiori informazioni sui cookie utilizzati leggi la nostra INFORMATIVA COOKIE.

Clicca su "Accetto" per accettare e proseguire

Modulo cookie by Web Prato