Stampa

Norme per la separazione dei coniugi e divorzio in Comune

Ultima modifica

Dimensioni testo:

 

L'11 novembre 2014 è entrata in vigore la Legge 10/11/2014 n. 162, riguardante nuove modalità per la separazione dei coniugi e per il divorzio (conversione in legge, con modificazioni, del Decreto Legge 12/09/2014 n. 132, recante misure urgenti in materia di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell’arretrato in materia di processo civile).

 

SEPARAZIONI E DIVORZI PRESSO L'AVVOCATO

L’art. 6 del D.L. 132/2014 prevede la convenzione di negoziazione assistita da un avvocato (uno per ogni coniuge) per la soluzione consensuale di separazione personale, cessazione effetti civili o scioglimento di matrimonio.
Gli interessati ad adottare tale nuova procedura devono rivolgersi esclusivamente ad un avvocato per la verifica dei presupposti di legge e per tutti gli adempimenti normativi previsti.
Tale accordo necessita di nulla osta o autorizzazione da parte della Procura della Repubblica o Presidente del Tribunale, a seconda dei casi.
L’Avvocato è obbligato a trasmettere tale accordo tassativamente entro il termine di 10 giorni all’Ufficiale dello Stato Civile dove il matrimonio è stato iscritto o trascritto.

SEPARAZIONI O DIVORZI PRESSO L’UFFICIALE DI STATO CIVILE

L’art. 12 del D.L. 132/2014 prevede la possibilità dei coniugi di comparire direttamente dinnanzi all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune di residenza di uno dei coniugi o dove è stato iscritto o trascritto l’atto di matrimonio, per concludere un accordo di separazione o di divorzio.
Questa modalità semplificata si rivolge ai coniugi che:
- non hanno figli minori
- non hanno figli maggiorenni portatori di handicap grave
- non hanno figli maggiorenni economicamente non autosufficienti;

L’accordo non deve contenere patti di trasferimento patrimoniale.

Perché la separazione o il divorzio siano efficaci, è previsto un doppio passaggio dall’Ufficiale di Stato Civile a distanza di un periodo non inferiore ai 30 giorni.
Restano invariati i presupposti per la presentazione della domanda di divorzio (3 anni ininterrotti dalla data della separazione personale, oltre alle ipostesi previste dalla Legge n. 898/1970).

 

Costi della pratica in Comune

Per la separazione ed il divorzio è previsto il pagamento del diritto fisso di € 16.00 (delibera Giunta comunale n. 142/2014).
Il pagamento sarà effettuato in contanti direttamente all’Ufficiale di Stato Civile del Comune di San Miniato al momento della redazione del primo atto di accordo dei coniugi.

Per iniziare la pratica di separazione e divorzio è necessario fissare un appuntamento telefonando all'Ufficio di Stato Civile (0571.406503) dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 13.00 e martedì e giovedì dalle 15,30 alle 17.00.


Qui sotto è possibile scaricare i modelli di dichiarazione sostitutiva di certificazione (in base alla casistica), che dovranno essere compilati da entrambi i coniugi e presentati all’Ufficiale di Stato Civile il giorno dell’appuntamento.

icon Dichiarazione sostitutiva per separazione coniugi

icon Dichiarazione sostitutiva per divorzio

 


Per ulteriori informazioni:

Comune di San Miniato - Ufficio di Stato Civile
Via dei Beccai, 54 - San Miniato Basso
tel. 0571.406503/504 – Fax 0571.418309 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e personalizzare i contenuti. Per avere maggiori informazioni sui cookie utilizzati leggi la nostra INFORMATIVA COOKIE.

Clicca su "Accetto" per accettare e proseguire

Modulo cookie by Web Prato