Stampa

L'Accademia degli Euteleti

Ultima modifica

Dimensioni testo:

 

L’Accademia degli Euteleti è la più antica istituzione scientifico-culturale sanminiatese, fondata nella prima metà del XVII secolo con il nome di Accademia degli Affidati da un’iniziativa del vescovo Alessandro Strozzi.

euteleti1L’istituzione, che riuniva gli intellettuali della città, esisteva probabilmente già prima di questa data: potremmo ipotizzare l’esistenza di un sodalizio culturale, di cui oggi ignoriamo il nome, già attivo al tempo dell’archiatra pontificio Michele Mercati: l’ipotesi sembra trovare conferma nello stemma accademico, conservato al Museo Diocesano, databile proprio al XVI secolo.

L’Accademia, riformata nuovamente nel 1748 per opera di alcuni membri della famiglia Buonaparte con il nome di Accademia dei Rinati, assunse l’attuale nome di Euteleti (ovvero gli uomini di buona volontà che perseguono un buon fine), con lo stemma di un cavallo che corre vittorioso alla meta, nel 1822 grazie all’iniziativa di due illustri personaggi del luogo: Torello Pierazzi, futuro vescovo della Diocesi di San Miniato e il poeta Pietro Bagnoli. I suoi membri si riunivano periodicamente per affrontare argomenti relativi alla storia della città, dei suoi monumenti e delle famiglie nobili del circondario. Suo scopo principale fin dalla nascita fu la diffusione e lo sviluppo non solo del patrimonio letterario, ma soprattutto del sapere scientifico e degli studi legati allo sviluppo dell'agricoltura. Nei primi anni di vita contribuì alla diffusione della cultura toscana oltre i confini nazionali; dai documenti conservati nel suo archivio e nella ricca biblioteca della società sappiamo che nel 1834 si fece promotrice di una "Società Tipografica" e dell'istituzione di una scuola infantile. L'attività dell'Accademia fu interrotta per un periodo con l'inizio delle Guerre di Indipendenza, mentre nel periodo fascista fu decretata Ente Morale.

 

Ancora oggi l’Accademia è un punto di riferimento per la vita culturale della città, dedicando parte delle proprie risorse all’organizzazione di mostre e convegni di carattere scientifico. Infatti, essa cura annualmente la pubblicazione del “Bollettino” di storia, lettere, scienza ed arti.

euteleti2

Dal 1984 ha sede nello storico Palazzo Migliorati in Piazza XX settembre, già residenza dei Marchesi Migliorati. La costruzione dell’edificio risale al XIV secolo ma l’attuale facciata è frutto di una ristrutturazione del primo Seicento. La collezione distribuita nelle tre sale del museo documenta la storia della prestigiosa istituzione, esponendo documenti archivistici, preziose stampe antiche, e prestigiose opere di grafica contemporanee di Pietro Parigi (1892-1985) e Dilvo Lotti. Inoltre, per il suo valore storico e documentario è di straordinario interesse la Maschera Funeraria di Napoleone Bonaparte, la cui famiglia vantava origini sanmiatesi: l’opera mostra una precisione fisionomica assente nelle altre repliche esistenti, tanto da far supporre che si tratti di un autentico calco sull’originale, eseguito dal medico corso Antommarchi e dal medico inglese Francis Burton.

Essa giunse nella collezione dell’accademia nel 1951 attraverso l’architetto scultore Flaminio Bretoni, che conosceva San Miniato attraverso il pittore Antonio Luigi Gajoni.

 

 


Per informazioni

Accademia degli Euteleti
Piazza XX Settembre, 21 - San Miniato
Recapiti: tel. 348.0138955 (presidente) | 328.7066427 (segretario) | email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario al pubblico: dal mercoledì alla domenica, ore 15.00 - 18.00.

 

Area riservata

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e personalizzare i contenuti. Per avere maggiori informazioni sui cookie utilizzati leggi la nostra INFORMATIVA COOKIE.

Clicca su "Accetto" per accettare e proseguire

Modulo cookie by Web Prato