Stampa

Fatturazione Elettronica

Ultima modifica

Dimensioni testo:

 

L’obbligo della fatturazione elettronica nei confronti della pubblica Amministrazione è stato introdotto dall’articolo 1, commi 209-214, della legge 244/2007 e disciplinato dal Regolamento adottato con Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze n. 55 del 3 Aprile 2013.
L’obbligo comporta che “l’emissione, la trasmissione, la conservazione, l’archiviazione delle fatture emesse nei rapporti con le amministrazioni pubbliche anche sottoforma di nota, conto, parcella e simili, deve essere eseguita esclusivamente in forma elettronica”.

Dal 31 marzo 2015 tale obbligo riguarderà anche il comune di San Miniato (art. 25 comma 1 D.L. 66/2014); pertanto, a decorrere da tale data, ogni fornitore dovrà produrre, nei confronti dell’Ente, esclusivamente fatture elettroniche, nel rispetto delle specifiche regole tecniche reperibili sul sito www.fatturapa.gov.it.
I fornitori potranno effettuare la trasmissione delle fatture elettroniche direttamente o ricorrendo ad un intermediario, secondo le specifiche contenute nel D.M. 55 del 3 aprile 2013, esclusivamente attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) istituito dal Ministero dell’Economia e Finanze, la cui gestione è stata assegnata all’Agenzia delle Entrate.
Il D.M. n. 55 del 3 aprile 2013 specifica altresì le regole tecniche per l’identificazione univoca degli uffici centrali e periferici delle amministrazioni destinatari della fatturazione e, all’art. 3, comma 1, impone alle Pubbliche Amministrazioni destinatarie di fatture elettroniche di individuare i propri uffici deputati alla ricezione delle fatture.

Attualmente per il Comune di San Miniato è stato individuato un unico ufficio incaricato per la ricezione delle fatture elettroniche al quale l’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) ha attribuito il codice univoco:

UFQENZ

che dovrà essere utilizzato per ogni fatturazione elettronica inviata al sistema di interscambio (SdI).

Il Comune di San Miniato si riserva la facoltà di individuare altri uffici specificamente deputati alla ricezione delle fatture elettroniche, per ognuno dei quali sarà assegnato un distinto codice univoco.
L’elenco sarà reso reperibile sul sito dell’Indice delle Pubbliche Amministrazione (IPA) www.indicepa.gov.it e sarà comunicato a ogni fornitore interessato, nonché sarà pubblicato sul sito istituzionale del Comune.

Fermo restando l’obbligo dal 31 marzo 2015 di emettere fatture esclusivamente in forma elettronica nei confronti del Comune di San Miniato, nel frattempo, per ragioni procedurali amministrative non potranno, prima di tale data essere accettate fatture elettroniche.
Pertanto, fino all’avvio della gestione elettronica delle fatture i fornitori dovranno proseguire a predisporre e trasmettere le fatture, non elettroniche, seguendo le consuete modalità.
Ad integrazione di quanto sopra, si evidenzia che potranno essere accettate e processate fatture non elettroniche emesse antecedente al 31 marzo 2015 e comunque pervenute entro il 30 giugno 2015.

Appare opportuno segnalare che l’autenticità e l’integrità della fattura elettronica deve essere garantita mediante opposizione di firma elettronica qualificata dell’emittente.
Inoltre ai sensi dell’art. 25 del Decreto Legge n. 66/2014 , al fine di garantire l’effettiva tracciabilità dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, le fatture elettroniche emesse verso le PA devono riportare:
•    Il codice identificativo di gara (CIG), tranne i casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità i cui alla Legge n. 136 del 13 agosto 2010;
•    Il codice unico di progetto (CUP), in caso di fatture relative a opere pubbliche.
•    La dicitura “Scissione dei pagamenti”
•    Il numero della determinazione dirigenziale con la quale è stata commissionata la prestazione / fornitura e quello del relativo impegno.

Pertanto questa Amministrazione non potrà procedere al pagamento delle fatture elettroniche che non riportano i suddetti dati (codice CUP ove previsto).
Al proposito appare opportuno ricordare che la presenza dei suddetti elementi nelle fatture elettroniche è resa comunque obbligatoria dal decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri in data 18 aprile 2014.

 

 

 


 

Per maggiori informazioni sulla fatturazione elettronica: 

Comune di San Miniato - Servizio Risorse Finanziarie
tel. 0571.406457/451 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Agenzia delle Entrate - www.fatturapa.gov.it

 

L’obbligo della fatturazione elettronica nei confronti della pubblica Amministrazione è stato introdotto dall’articolo 1, commi 209-214, della legge 244/2007 e disciplinato dal Regolamento adottato con Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze n. 55 del 3 Aprile 2013.

L’obbligo comporta che “l’emissione, la trasmissione, la conservazione, l’archiviazione delle fatture emesse nei rapporti con le amministrazioni pubbliche anche sottoforma di nota, conto, parcella e simili, deve essere eseguita esclusivamente in forma elettronica”.

Dal prossimo 31 marzo 2015 tale obbligo riguarderà anche il comune di San Miniato (art. 25 comma 1 D.L. 66/2014); pertanto, a decorrere da tale data, ogni fornitore dovrà produrre, nei confronti dell’Ente, esclusivamente fatture elettroniche, nel rispetto delle specifiche regole tecniche reperibili sul sito www.fatturepa.gov.it.

I fornitori potranno effettuare la trasmissione delle fatture elettroniche direttamente o ricorrendo ad un intermediario, secondo le specifiche contenute nel D.M. 55 del 3 aprile 2013, esclusivamente attraverso il Sistema di Interscambio (SdI) istituito dal Ministero dell’Economia e

Finanze, la cui gestione è stata assegnata all’Agenzia delle Entrate.

Il D.M. n. 55 del 3 aprile 2013 specifica altresì le regole tecniche per l’identificazione univoca degli uffici centrali e periferici delle amministrazioni destinatari della fatturazione e, all’art.

3, comma 1, impone alle Pubbliche Amministrazioni destinatarie di fatture elettroniche di individuare i propri uffici deputati alla ricezione delle fatture.

Attualmente per il Comune di San Miniato è stato individuato un unico ufficio incaricato per la ricezione delle fatture elettroniche al quale l’Indice delle Pubbliche Amministrazioni (IPA) ha

attribuito il codice univoco:

 

UFQENZ

 

che dovrà essere utilizzato per ogni fatturazione elettronica inviata al sistema di interscambio (SdI).

Il Comune di San Miniato si riserva la facoltà di individuare altri uffici specificamente deputati alla ricezione delle fatture elettroniche, per ognuno dei quali sarà assegnato un distinto codice univoco.

L’elenco sarà reso reperibile sul sito dell’Indice delle Pubbliche Amministrazione (IPA) www.indicepa.gov.it e sarà comunicato a ogni fornitore interessato, nonché sarà pubblicato sul sito istituzionale del Comune.

Fermo restando l’obbligo dal 31 marzo 2015 di emettere fatture esclusivamente in forma elettronica nei confronti del Comune di San Miniato, nel frattempo, per ragioni procedurali amministrative non potranno, prima di tale data essere accettate fatture elettroniche.

Pertanto, fino all’avvio della gestione elettronica delle fatture i fornitori dovranno proseguire a predisporre e trasmettere le fatture, non elettroniche, seguendo le consuete modalità.

Ad integrazione di quanto sopra, si evidenzia che potranno essere accettate e processate fatture non elettroniche emesse antecedente al 31 marzo 2015 e comunque pervenute entro il 30 giugno 2015.

Appare opportuno segnalare che l’autenticità e l’integrità della fattura elettronica deve essere garantita mediante opposizione di firma elettronica qualificata dell’emittente.

Inoltre ai sensi dell’art. 25 del Decreto Legge n. 66/2014 , al fine di garantire l’effettiva tracciabilità dei pagamenti da parte delle pubbliche amministrazioni, le fatture elettroniche emesse verso le PA devono riportare:

  • Il codice identificativo di gara (CIG), tranne i casi di esclusione dall’obbligo di tracciabilità i cui alla Legge n. 136 del 13 agosto 2010;
  • Il codice unico di progetto (CUP), in caso di fatture relative a opere pubbliche.
  • La dicitura “Scissione dei pagamenti”
  • Il numero della determinazione dirigenziale con la quale è stata commissionata la prestazione / fornitura e quello del relativo impegno.

Pertanto questa Amministrazione non potrà procedere al pagamento delle fatture elettroniche che non riportano i suddetti dati (codice CUP ove previsto).

Al proposito appare opportuno ricordare che la presenza dei suddetti elementi nelle fatture elettroniche è resa comunque obbligatoria dal decreto legge approvato dal Consiglio dei Ministri in data 18 aprile 2014.

Per ogni approfondimento è possibile consultare la documentazione disponibile sul sito  www.fattura.gov.it, nonché la circolare del 31 marzo 2014, n.1, del Dipartimento delle Finanze.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e personalizzare i contenuti. Per avere maggiori informazioni sui cookie utilizzati leggi la nostra INFORMATIVA COOKIE.

Clicca su "Accetto" per accettare e proseguire

Modulo cookie by Web Prato