Stampa

Urbanizzazione primaria: opere a scomputo degli oneri urbanizzativi

Ultima modifica

Dimensioni testo:

 

Breve descrizione

Nell'ambito di progetti edilizi finalizzati a nuove edificazioni, ristrutturazioni o ampliamenti, i privati o le imprese intestatarie dei permessi di costruire devono realizzare le opere di urbanizzazione primaria.
Nella realizzazione di tali opere devono essere rispettate le norme contenute nel disciplinare tecnico.

Quali sono le opere di urbanizzazione primaria?
■    opere stradali
■    parcheggi e marciapiedi
■    impianti di pubblica illuminazione
■    reti dei servizi (gas metano, energia elettrica, acqua, telefono e fognatura)
■    aree a verde pubblico ed isole ecologiche
■    segnaletica

Documenti da presentare

In caso di esecuzione di opere di urbanizzazione primaria e cessione aree al Comune, presentare il modulo "Schema atto d'obbligo" (in base alla presenza o meno di opere a scomputo).
In caso di esecuzione diretta delle opere di urbanizzazione primaria, presentare il modulo "Schema di garanzia finanziaria" (fidejussione bancaria o polizza assicurativa).
In caso di esonero della servitù di uso pubblico su area di parcheggio privata, presentare il modulo: "Esonero servitù di uso pubblico su area di parcheggio privata".
In caso di convalida opere di urbanizzazione primaria, presentare il modulo: "Richiesta convalida opere di urbanizzazione primaria"
In caso di realizzazione di nuove aree di circolazione, presentare il modulo: "Richiesta ordinanza apertura strade".

Costi e modalità di pagamento

Nella sezione "Modulistica" è presente il file scaricabile con i vari prezzi. Il documento è formato da più fogli di lavoro che possono essere selezionati, tramite scorrimento, nella parte inferiore dello schermo.

Scomputo degli oneri urbanizzativi di importo inferiore alla soglia di rilievo comunitario: € 5.150,00

 

Opere a scomputo degli oneri urbanizzativi

Per la realizzazione delle opere di urbanizzazione primaria, nel caso di interventi diretti eseguiti dai privati, dal contributo di costruzione vengono scomputati gli importi delle opere conteggiati in base al sistema adottato con Delibera del Consiglio comunale di questo Comune.

A seguito delle modifiche apportate dal D.Lgs.n. 152/2008 (cosiddetto “Terzo Correttivo”) al d.lgs. n. 163/2006 (Codice dei Contratti Pubblici), la disciplina delle opere di urbanizzazione a scomputo presenta in sintesi le seguenti novità:
- l’esecuzione di opere di urbanizzazione a scomputo totale o parziale del contributo dovuto costituisce a tutti gli effetti “appalto pubblico di lavori”;
- i soggetti privati, titolari di permesso di costruire o di D.I.A. - Denuncia inizio attività, che - ai sensi dell’ art. 28 comma 5 della L. n. 1150/1942, dell’art. 16 comma 2 del D.P.R. n. 380/2001 e dell’art. 127 comma 11 della L.R. Toscana n. 1/2005 - dichiarano di volerle direttamente eseguire assumono il ruolo di stazione appaltante e devono rispettare le norme del Codice dei Contratti, come previsto dall’art. 32 comma 1 lettera g) e comma 2, dall’art. 121 e dall’art. 122 del D.Lgs. n. 163/2006;
- tali soggetti individuano la ditta esecutrice delle opere di urbanizzazione tramite procedura negoziata, senza pubblicazione del bando di gara ma con invito a 5 soggetti aspiranti idonei, nel rispetto di quanto previsto all’art. 122 comma 8 e all’art. 57 comma 6 del Codice dei Contratti.
In attesa di regolamentare la materia in tutti i suoi aspetti, anche alla luce di future direttive provenienti dalle competenti Autorità, con determinazione dirigenziale n. 78/2009 del 29/01/2009 sono state individuate, in fase di prima applicazione, le seguenti procedure transitorie per la gestione delle opere a scomputo degli oneri urbanizzativi di importo inferiore alla soglia di rilievo comunitario (€ 5.150.000,00) riferite ai permessi di costruire per i quali al 17/10/2008 non sia stato ancora stipulato atto unilaterale d’obbligo:
A)Lavori di urbanizzazione a scomputo assunti dal titolare del permesso a costruire per interventi diretti (art. 16 D.P.R. n. 380/2001, art. 120 L.R. Toscana n. 1/2005)
1) La richiesta di permesso a costruire deve contenere la seguente documentazione:
a) richiesta del privato (espressa barrando le caselle appositamente predisposte nella modulistica scaricabile dal sito internet del Servizio Gestione Attività Edilizia) di eseguire direttamente le opere di urbanizzazione, con le modalità e le garanzie stabilite dal Comune
b) progettazione di livello definitivo relativamente alle stesse, completa di tutti gli elaborati di cui all’allegato A/2 della citata determinazione
2) Nell’ambito della propria istruttoria sul progetto definitivo, il Servizio Urbanizzazione Primaria continua a determinare l’importo degli oneri scomputabili in base al sistema adottato con D.C.C. n. 104 del 1/6/2000
3) Ai fini dell’applicazione delle modifiche introdotte dal D.Lgs. n. 152/2008, il Servizio Gestione Attività Edilizia rilascia il permesso di costruire previa presentazione:
a) del progetto esecutivo, validato dal Servizio Urbanizzazione Primaria ai sensi dell’art. 112 del D.Lgs. n. 163/2006, comprensivo degli elaborati di cui all’allegato A/3 della citata determinazione;
b) dell’atto d’obbligo, di cui all’Allegato B/1;
4) Il titolare del permesso di costruire individua la ditta esecutrice delle opere di urbanizzazione con la procedura di cui all’art. 122 comma 8 D.Lgs. n. 163/2006 e presenta al Servizio Edilizia Privata, almeno 15 giorni prima dell’effettivo inizio delle opere di urbanizzazione, dichiarazione sostitutiva attestante che tale procedura è avvenuta nel rispetto del Codice dei Contratti, allegando a tal fine i seguenti documenti:
- copia della lettera d’invito;
- elenco dei soggetti invitati;
- verbale di aggiudicazione;
- copia del contratto di appalto stipulato con l’aggiudicatario;
- dati del soggetto aggiudicatore, con dimostrazione del possesso dei requisiti di qualificazione previsti dall’art. 40 del Codice dei Contratti.
B) Lavori di urbanizzazione a scomputo assunti dal privato promotore di Piano Attuativo da eseguirsi tramite SCIA - ai sensi dell’art. 79 comma 1 lettera “a” l.r. n. 1/2005;
1) Con la richiesta di approvazione del Piano Attuativo, il privato deve presentare:
a) il progetto definitivo delle opere di urbanizzazione;
b) uno schema di convenzione urbanistica/atto d’obbligo, di cui all’Allegato B/2;
2) In sede di istruttoria per l’approvazione del Piano Attuativo il Servizio Urbanizzazione Primaria rilascia il parere sul progetto definitivo.
3) Successivamente all’approvazione, il Piano Attuativo è eseguito con singole SCIA, previa acquisizione della validazione, riguardante le verifiche di cui all’allegato A/4, dei progetti esecutivi da parte del Servizio Urbanizzazione Primaria e determinazione dell’importo scomputabile.
C) Lavori di urbanizzazione a scomputo assunti dal privato promotore di Piano Attuativo da eseguirsi tramite rilascio di permessi di costruire
1) Con la richiesta di approvazione del Piano Attuativo, il privato deve presentare:
a) il progetto preliminare delle opere di urbanizzazione, completo di tutti gli elaborati individuati nell’allegato A/1;
b) uno schema di convenzione urbanistica/atto d’obbligo, di cui all’Allegato B/2;
2) In sede di istruttoria per l’approvazione del Piano Attuativo il Servizio Urbanizzazione Primaria rilascia il parere sul progetto preliminare delle opere di urbanizzazione.
3) Successivamente all’approvazione, il Piano Attuativo sarà eseguito a seguito di richiesta e rilascio di singoli permessi di costruire, secondo la procedura indicata al precedente punto A.
D) Piani Attuativi in corso di adozione, approvazione o formalizzazione
I Piani Attuativi adottati o approvati, per i quali comunque non sia stato formalizzato la relativa convenzione/atto d’obbligo, e quelli che hanno terminato la fase istruttoria, comprensiva degli eventuali pareri da parte dei vari settori del comune, ma non ancora adottati, proseguono l’iter verso l’approvazione nei tempi e nei modi già previsti.
In fase edilizia, i titoli abilitanti saranno corredati dei progetti e relativi pareri di cui ai punti precedenti.
In tutti i casi la convenzione/atto d’obbligo rispetterà i contenuti degli schemi di cui all’Allegato B/2.

Documenti da presentare

Allegato A/1 - Documenti componenti il progetto preliminare delle opere di urbanizzazione primaria da presentare in sede di richiesta di piani attuativi;
Allegato A/2 - Documenti componenti il progetto definitivo delle opere di urbanizzazione primaria da presentare in sede di richiesta del permesso di costruire;
Allegato A/3 - Documenti componenti il progetto esecutivo delle opere di urbanizzazione primaria da presentare prima del rilascio del permesso di costruire e da sottoporre a procedura negoziata;
Allegato A/4 - Validazione del progetto.
Gli allegati A/1 - A/2 - A/3 - A/4 sono contenuti nella sezione modulistica : 21 - Documentazione per opere di urbanizzazione primaria - Allegato A;
Allegato B/1 - Schema di atto unilaterale d’obbligo da stipularsi da parte dei titolari di permesso di costruire o SCIA;
Allegato B/2 - Schema di atto unilaterale d’obbligo da stipularsi da parte dei promotori di Piani Attuativi.
In allegati e documenti si trovano i fac-simile per:
-    Schema (B1) di atto unilaterale d’obbligo da stipularsi da parte dei titolari di permesso di costruire o SCIA;
-    Schema (B2) di atto unilaterale d’obbligo da stipularsi da parte dei promotori di Piani Attuativi;
-    l'invito delle imprese alla gara;
-    l'autocertificazione dell'impresa;
-    la redazione del verbale di gara.

Modulistica

vai alla sezione Modulistica del Servizio Edilizia Privata

 


Per maggiori informazioni: 

Comune di San Miniato - Sportello Edilizia/Urbanistica
Via Vittime del Duomo n. 11 (piano 1°) - 56028 San Miniato 
tel. 0571.406600 - email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e personalizzare i contenuti. Per avere maggiori informazioni sui cookie utilizzati leggi la nostra INFORMATIVA COOKIE.

Clicca su "Accetto" per accettare e proseguire

Modulo cookie by Web Prato