Stampa

Cronotassi dei Sindaci di San Miniato dall'Unità d'Italia ad oggi

Ultima modifica

Dimensioni testo:

san-miniato 150Le notizie sulla cronotassi dei Sindaci, insieme a quelle dei Consiglieri e dei componenti delle Giunte sono ricostruite sui documenti conservati presso l'Archivio Storico Comunale e pubblicate nel volume "San Miniato 150" curato dal Comune di San Miniato in occasione del 150° anniversario dell'Unità d'Italia.

 

1861-1862 Averardo CONTI Gonfaloniere 1
1862-1864 Ansaldo ANSALDI Gonfaloniere
1864-1865 Annibale PELLESCHI Gonfaloniere
1865-1873 Annibale PELLESCHI  Sindaco 2
1873-1876 Carlo CATANTI Sindaco
1876-1882 Giorgio SONNINO Sindaco
1882-1892 Giacinto CATANTI Sindaco
1892-1897 Italo CANTINI Sindaco
1897 (aprile-maggio) Luigi DELLA BIANCA Sindaco
1897 - 1908 Agostino BACHI Sindaco
1908 (luglio-novembre) Italo CANTINI Sindaco
1908-1914 Cosimo RONDONI Sindaco
1914-1915 Vicenzo DI SOMMA Sindaco
1915-1920 Egisto ELMI Sindaco
1920-1921 Giovanni MANETTI Sindaco
1921-1924 Attilio MASIANI Commissario prefettizio 
1924 (marzo-maggio) Aurelio GIGLIOLI Commissario prefettizio 
1924-1925 Piero Folco GENTILE FARINOLA  
Sindaco
1925-1927 Antonio RIGATTI Sindaco
1927-1930 Giulio NALDI Podestà 3
1930-1933 R. GUARNIERI Podestà
1934 Filippo FORMICHINI Podestà
1935-1941 Giuseppe PELLICINI Podestà
1941-1942 Borghese MIGLIORATI Podestà
1942-1943 Arnaldo AMALFITANO Podestà
1943-1944 Genesio ULIVELLI Commissario prefettizio
1944-1945 Emilio BAGLIONI Sindaco 4
1945-1946 Concilio SALVADORI Sindaco 4
1946-(marzo-settembre)    Aurelio GIGLIOLI Sindaco 5
1946-1951 Bruno FALASCHI Sindaco
1951-1954 Concilio SALVADORI Sindaco
1954-1956 Bruno FALASCHI
Sindaco
1956-1958 Concilio SALVADORI Sindaco
1958-1960 Benito BALDINI Sindaco
1960-1964 Bruno FALASCHI Sindaco
1964-1975 Nello BALDINOTTI Sindaco
1975-1985 Luciano NACCI Sindaco
1985-1990 Pier Luigi TONELLI Sindaco
1990-1999 Alfonso LIPPI Sindaco 6
1999-2009 Angelo FROSINI Sindaco
2009-in carica Vittorio GABBANINI Sindaco
     
     

Note

Con l'annessione nel 1860 della Toscana al Regno di Sardegna (e poi d'Italia) la legislazione elettorale sabauda subentra gradualmente al posto di quella granducale. Dal 1860 al 1865 accanto ad un Consiglio Comunale, organo rappresentativo eletto a suffragio ristretto su base censuaria, opera una Magistratura con a capo il Gonfaloniere coadiuvato da un collegio di Priori.

Nel 1865 viene promulgata la legge che regola le elezioni amministrative in tutto il Regno d'Italia. Accanto al Consiglio comunale, eletto a suffragio ristretto su base censuaria, opera il Sindaco, nominato con Regio decreto, e la Giunta nominata tra i Consiglieri eletti.

La Legge n. 237 del 4 febbraio 1926 abolisce i Consigli comunali eletti ed istituisce il Podestà, nominato con Regio decreto, e la Consulta municipale, organo consultivo rappresentativo di categorie produttive.

Il Regio decreto del 4 aprile 1944 ripristina la figura del Sindaco, nominato dal Prefetto. A San Miniato il Sindaco e la Giunta vengono ricostituti il 5 agosto 1944 su ordine del CLN e dell'Amministrazione Militare Alleata.

5  Il Decreto Luogotenenziale del 7 gennaio 1946 ricostituisce le amministrazioni comunali su base elettiva. A San Miniato il primo Consiglio comunale dopo la Liberazione si insedia il 30 marzo 1946, eletto a suffragio universale.

La Legge n. 81 del 25 marzo 1993 introduce l'elezione diretta del Sindaco (il quale era eletto, fino ad allora, dal Consiglio Comunale). A San Miniato il Sindaco viene eletto direttamente per la prima volta con le elezioni amministrative del 13 aprile 1995.

 

 

Area riservata

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e personalizzare i contenuti. Per avere maggiori informazioni sui cookie utilizzati leggi la nostra INFORMATIVA COOKIE.

Clicca su "Accetto" per accettare e proseguire

Modulo cookie by Web Prato