Stampa

Sportivo dell’anno, una settima edizione ricca di sorprese e all’insegna della solidarietà

Ultima modifica

Dimensioni testo:

Gabbanini e Spalletti: “E’ giusto valorizzare il ricco movimento sportivo associativo”

Grande successo per la settima edizione dello “Sportivo dell’anno”. In una sala del consiglio gremita di persone, nella serata di mercoledì 1 marzo sono stati premiati gli atleti che nel 2016 si sono maggiormente distinti per meriti sportivi e umani, insieme alle società del territorio. L’iniziativa, giunta alla settima edizione, è promossa dall’amministrazione comunale di San Miniato e dalla Consulta dello sport che quest’anno hanno scelto come tema lo sport come strumento di superamento delle barriere fisiche e mentali. Testimonial della serata, accolti dal sindaco Vittorio Gabbanini, dall’assessore allo sport David Spalletti e dal presidente del consiglio Vittorio Gasparri sono stati Paolo Lucattini direttore regionale degli Special Olympics e Simone Vanni medaglia d’oro nel fioretto a squadre alle Olimpiadi di Atene del 2004 e ora commissario tecnico della nazionale di scherma paralimpica.


“Tutti gli anni cerchiamo durante questa serata di lanciare dei messaggi postivi che solo lo sport riesce a dare – hanno dichiarato il sindaco e l’assessore -. Per l’amministrazione lo sport è partecipazione, educazione e formazione, ma è anche integrazione sociale, emancipazione e superamento di quelle barriere che, prima di essere fisiche o mentali, sono soprattutto culturali. Anche per quest’anno abbiamo voluto valorizzare tutto il ricco movimento sportivo associativo del nostro territorio e soprattutto riconoscere coloro che con grande passione si occupano di sport e disabilità”.
La serata si è aperta con una breve video-intervista a Bebe Vio, campionessa alle ultime paralimpiadi di Rio e atleta allenata proprio da Simone Vanni.


A ricevere l’ambiti riconoscimento per la categoria atleti/associazioni di San Miniato: Matteo dell’Agnello (Canoa San Miniato ASD), Massimiliano De Angelis (Canoa San Miniato ASD), Giacomo Tacconi (Canoa San Miniato ASD), Elena Maggiorelli (Atletica La Rocca), Matteo De Paola (Moto Club Pellicorse ASD), Tommaso Dati (Associazione Ciclistica San Miniato-Santa Croce), Lara Scarselli (Associazione Ciclistica San Miniato-Santa Croce), Filippo Cecchi (Associazione Ciclistica San Miniato-Santa Croce) e Giulia Nannetti (Etrusca Basket). Per la categoria “Atleti di San Miniato che operano in Società sportive fuori dal comune di San Miniato) sono stati premiati: Nathalie Maria Fogli (ASD Roller Club Luna Rossa) e Aurora Cantini (ASD Roller Club Luna Rossa). A ricevere il premio per la categoria “Squadre Città di San Miniato” sono state l’Under 17 dell’Etrusca Basket e l’ASD Gruppo Pattinaggio di San Miniato. Per la categoria “Dirigenti, allenatori e volontari delle associazioni sportive del comune di San Miniato” ad essere premiati sono stati: Manuela Landi (ASD San Miniato Ciclismo), Riccardo Borsacci (Associazione CC Romaiano), Claudio Castellari (Associazione Atletica La Rocca), Giuseppe Fiaschi (Associazioni Giovanile San Miniato Basso Calcio), Alessandro Bessi (Associazione Comitato Zona del Cuoio Uisp), Roberto e Massimo Campigli (Associazione Calcio San Miniato).

La quarta edizione della categoria “Sport e solidarietà” ha visto protagonisti l’ASD Gam, l’ASD Aquateam Nuoto Cuoio, la Canottieri San Miniato ASD e la Polisportiva Casa Culturale, mentre Annamaria Nonfanti (Nos Racing) si è aggiudicata il premio per la categoria “Sport e scuola”, il Golf Club san Miniato ha vinto per “Sport e territorio” e il premio speciale Cerone, alla quinta edizione, è andato a Damiano Giugni dell’Etruria Trekking. Grande emozione e tanti applausi per tutti i premiati.

Area riservata

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e personalizzare i contenuti. Per avere maggiori informazioni sui cookie utilizzati leggi la nostra INFORMATIVA COOKIE.

Clicca su "Accetto" per accettare e proseguire

Modulo cookie by Web Prato