Stampa

Alla residenza “ Del Campana Guazzesi” si festeggia San Nicola

Ultima modifica

Dimensioni testo:

Nell’ambito dell’incontro illustrati due importanti progetti

Il 6 dicembre di ogni anno la residenza “Del Campana Guazzesi” festeggia San Nicola.
La ricorrenza nasce proprio perchè la prima struttura, che fu fondata dal Vescovo Mons. Poggi nel 1714, si chiamava Spedale di San Niccolò di Bari, detto anche “Degli Infermi”.
L’ospedale fu intitolato a San Niccolò per l’utilizzo che venne fatto di parte delle rendite della
cappellania dell’altare dedicato a questo Santo, che si trovava nella chiesa annessa di Pancole.
I festeggiamenti di quest’anno sono stati molto partecipati ed oltre ai 60 anziani della struttura erano presenti numerose autorità civili e religiose fra cui il sindaco Vittorio Gabbanini, l’assessore Davide Spalletti, il presidente del Consiglio Comunale  Marzia Bellini, il direttore della Società della Salute del Valdarno Inferiore  Franco Doni, S.E. Mons. Fausto Tardelli ed altri rappresentanti della Curia sanminiatese oltre ad associazioni e volontari.
Nell’occasione è stato degustato un ottimo pranzo a base di prodotti tipici e nel corso dei festeggiamenti il  presidente della residenza Giuseppe Del Medico ed il direttore Delio Fiordispina hanno illustrato due progetti ai quali sta lavorando la struttura.
Il primo prevede la possibilità di un’auto attrezzata per gli anziani.
Attualmente infatti la struttura non dispone di mezzi idonei per il trasporto di anziani non autosufficienti, così il 29 novembre, insieme all’Amministrazione Comunale è stato presentato il progetto “Mobilità Gratuita”.
Questo progetto sarà curato dalla MG che provvederà a raccogliere le sponsorizzazioni dalle ditta della zona. Sono già state spedite oltre 500 lettere alle aziende ed altrettante sono in partenza. Se sarà raccolta la necessaria pubblicità la MG acquisterà e metterà a disposizione dell’ASP “Del Campana Guazzesi” un’auto con pedana  automatica per gli anziani disabili.
L’altro progetto invece riguarda l’ambiente. Grazie alla collaborazione con Acque Spa, dal 6 dicembre, alla residenza sono state messe al bando le bottiglie di plastica.
Fino ad oggi gli anziani della struttura hanno bevuto l’acqua minerale fornita nel pet e d’ora in poi  le bottiglie di plastica non saranno più utilizzate, con un risparmio di 15.000 contenitori: stop ai contenitori di plastica, basta con la movimentazione di tonnellate all’anno di pesi inutili e così insieme agli anziani contribuiremo a salvaguardare l’ambiente.
In tavola ci saranno caraffe di vetro con l’acqua pubblica filtrata dalle apparecchiature avute da Acque Spa, che garantiscono un prodotto di un buon sapore e organicamente sicura. Ogni 2.000 litri verrà sostituito il filtro delle apparecchiature, installate ai diversi piani della residenza,  per garantire sempre una buona acqua.
“Il nostro progetto, hanno sottolineato Del Medico e Fiordispina, è in sintonia con quello più generale promosso da comuni e scuole che forniscono a molti cittadini e studenti acqua dell’acquedotto  depurata, così come soggetto pubblico abbiamo voluto aderire e gli anziani parteciperanno, come i ragazzi delle scuole, in modo concreto a rispettare la natura”


 

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la navigazione e personalizzare i contenuti. Per avere maggiori informazioni sui cookie utilizzati leggi la nostra INFORMATIVA COOKIE.

Clicca su "Accetto" per accettare e proseguire

Modulo cookie by Web Prato